Come riconoscere un problema di udito?

Nella maggior parte dei casi la perdita uditiva inizia in modo graduale senza alcun dolore o fastidio. In molti casi poi,  I familiari tendono ad adattarsi a questo cambiamento senza neppure accorgersene. Ecco alcune domande da porsi per verificare se si può parlare di perdita uditiva:

  1. Chiedo spesso alle persone di ripetere?
  2. Ho difficoltà nell’ascolto di conversazioni tra più di due persone?
  3. Ho difficoltà a comprendere una persona che non si trovi davanti a me?
  4. Ho l’impressione che gli altri sussurrino o parlino in modo poco chiaro?
  5. Ho difficoltà ad ascoltare in luoghi affollati quali ristoranti o centri commerciali?
  6. Ho maggiore difficoltà ad comprendere se parlano donne o bambini?
  7. Ho la tendenza da alzare il volume di TV e radio rispetto agli altri?
  8. Ho la senazione di sentire ronzii o fischi nelle orecchie?

Se avessi una perdita uditiva, il medico sarebbe in grado di diagnosticarlo?

Solo il 13% dei medici solitamente effettua un esame audiometrico come prassi comune. Dato che la maggior parte delle persone con problemi di udito è in grado di sentire relativamente bene in ambienti silenziosi (come l’ambulatorio del medico), può essere difficile da parte del medico riconoscere i sintomi di una perdita uditiva. Solo un professionista del settore bene allenato è in grado di determinare la gravità della perdita, l’eventuale beneficio di un apparecchio acustico e il tipo di protesi più adatta al tipo di perdita.

Quali sono le cause dei una perdita uditiva?

Esistono diverse cause. Le principali sono riconducibili ai rumori eccessivi, infezioni, fattori genetici o reazione a medicinali o ai trattamenti radioterapici che ricevono le persone malate di cancro.

La perdita uditiva è tipica nelle persone anziane?

La perdita uditiva può avvenire in ogni momento, ad ogni età. Di fatto la maggior parte di persone con problemi di udito (65%) sono nella fascia di età sotto ai 65 anni! In America ad esempio sei milioni di persone con età compresa tra 18 e 44 anni soffrono di perdita uditiva. Di questi circa un milione e mezzo sono in età scolastica.

Quali sono le professioni maggiormente a rischio?

Alcune delle professioni con maggiore rischio per una perdita uditiva includono gli operai metalmeccanici, operai che lavorano in cantieri edili, pompieri, poliziotti, contadini, militari, muscicisti e professionisti del mondo dello spettacolo..

Quali sono le attività a maggiore rischio di elevato rumore?

Queste includono I concerti di musica, le sale giochi, I cinema, le palestre, gli eventi sportivi, le imbarcazioni a motore, le motociclette, le motoslitte e le auto “truccate”.

Esistono operazioni o medicazioni che possono combattere la perdita uditiva?

Solo il 5% dei casi di perdita uditiva è curabile tramite operazione chirurgica. La maggior parte delle persone con perdita uditiva (95%) viene curata mediante l’uso di un apparecchio acustico.

L’apparecchio acustico non mi farà apparire disabile o vecchio?

Molte persone con problemi di udito si sentono troppo a disagio nel prendere atto del problema. Sebbene tu ti preoccupi per il tuo aspetto fisico, le persone attorno a te saranno molto meno attente al tuo apparecchio acustico rispetto a quanto non lo sia tu. La maggior parte degli apparecchi acustici sono discreti e alcuni accorgimenti quali il taglio di capelli possono sicuramente venire in aiuto in questo caso.

Considera che senza usare una protesi acustica, quando non capirai qualcosa durante un discorso ti ritroverai a agire in modo talmente evidente  che chi è attorno si accorgerà del problema di udito anche senza avere visto un apparecchio acustico. Al contrario tramite l’uso di un apparecchio acustico la vostra qualità della vita migliorerà e il problema “estetico” passerà in secondo piano. Ad esempio alcuni apparecchi acustici della famiglia Destiny vengono commercializzati usando colori vivaci facendo così sembrare la protesi acustica un accessorio alla moda che appaga la vista piuttosto che qualcosa da dover nascondere!

Esattamente in che modo l’apparecchio acustico migliorerà la mia vita?

Il trattamento della perdita uditiva può letteralmente traformare la qualità della tua vita. Ricerche su persone con problemi di udito hanno dimostrato che l’uso di un apparecchio acustico gioca un ruolo fondamentale per il benessere sociale, emotivo e psicologico delle persone.

In particolare il trattamento della perdita uditiva è dimostrato che migliori:

  • La comunicazione nelle relazioni
  • L’intimità e il calore nelle relazioni con I famigliari
  • La naturalezza nella comunicazione
  • Il guadagno di sicurezza
  • Il senso di controllo della propria vita
  • La partecipazione sociale
  • La percezione del processo  mentale
  • La stabilità emotiva

Alla luce di tutti questi benefici che permettono un ascolto migliore, è chiaro che l’apparecchio acustico gioca un ruolo determinante nel migliorare la vita di chi soffre di problemi di udito.

Come funzionano gli apparecchi acustici?

Di base gli apparecchi acustici sono microfoni in grado di convertire il suono in segnali elettrici. Un amplificatore ne aumenta la potenza e un ricevitore converte nuovamente il segnale in suono e lo indirizza nel canale uditivo attraverso un tubicino o chiocciola. Per poter alimentare il circuito dell’apparecchio e permettere l’amplificazione del suono è necessario l’uso di una pila. Apparecchi Starkey come quelli della famiglia Destiny sono dispositivi sofisticati che richiedono la programmazione tramite un software specifico in modo da essere regolati in base al tuo stile di vita specifico e agli ambienti che solitamente frequenti.

Un apparecchio acustico è in grado di restituirmi l’udito?

Sebbene nessun apparecchio acustico (ad eccezione di perdite molto lievi) sia in grado di restituire l’udito alla condizione iniziale, I prodotti della famiglia Destiny permettono di udire I suoni lievi ormai andati perduti. Inoltre sono in grado di filtrare I suoni troppo forti prima che divengano fastidiosi. In aggiunta migliorano notevolmente la tua capacità di comprendere il parlato.

Potrò ascoltare conversazioni in luogi rumorosi?

Nonostante nessun apparecchio acustico è in grado di filtrare completamente tutto il rumore di fondo, gli apparecchi Destiny sono in grado di ridurre alcuni tipi di rumore di fondo in modo da garantirti una buona qualità della comunicazione in luoghi affollati quali ristoranti, sale riunioni e manifestazioni sociali.

Quali sono le differenze tra i tipi e gli stili degli apparecchi acustici?

Molte persone ricordano lo stile ingombrante degli apparecchi usati 40-50 anni che rappresentano solo 1% degli apparecchi oggi in commercio. Ormai gli apparecchi acustici vengono prodotti in una vasta gamma di misure, da quelli che si posizionano dietro all’orecchio fino a quelli che si nascondono completamente nel canale uditivo.

Come trovo l’apparecchio acustico più adatto a me?

Esistono diversi fattori che determinano quale sia l’apparecchio acustico più adatto alle tue esigenze. Questi includono la natura e gravità della perdita acusticac, il tuo stile di vita, il tuo lavoro, la tua vista e destrezza e la dimensione e forma del tuo canale uditivo interno. L’audioprotesista sarà sicuramente in grado di consigliarti circa il prodotto più adatto per la tua perdita.

E per quanto riguarda la tecnologia?

Così come per altri prodotti quali TV, riproduttori musicali, computer, anche gli apparecchi acustici hanno beneficiato della rivoluzione tecnologica tipico dell’ultimo decennio. Queste migliorie hanno avuto un notevole impatto nei prodotti della famiglia Destiny ad esempio sia nel campo delle prestazioni che della portabilità.

Il livello tecnico scientifico della serie Destiny include la nanotecnologia che permette all’apparecchio acustico di essere programmato in funzione dei luoghi da te frequentati. La protesi si regola in modo automatico durante il passaggio da un luogo ad un altro. Si tratta di dispositivi direzionali in grado di sopprimere I suoni di contorno ad eccezione di chi ci parla, in grado di eliminare in modo virtuale il fischio o il feedback, in grado di fornire suoni più “naturali”, in grado addirittura di avvisarti quando effettuare il prossimo controllo dell’udito.

Esiste un periodo di apprendimento?

Si, la maggior parte delle persone necessita di un periodo di apprendimento di circa Quattro mesi prima di cogliere il pieno beneficio dai propri apparecchi acustici. Ad ogni modo un lieve beneficio è già riscontrabile durante questo periodo di prova.

Avrò bisogno di un apparecchio o due?

L’ascoto tramite due orecchie (binaurale) è la situazione ottimale. Nel caso di perdita uditiva da un solo orecchio tuttavia è possibile utilizzare un solo apparecchio acustico. Problemi di perdita uditiva legati all’età o al rumore solitamente influenzano entrambi le orecchie anche se il grado di perdita di ciascun orecchio può essere differente. Nel caso di perdita uditiva da entrambi le orecchie, la soluzione ottimale prevede l’utilizzo di due apparecchi acustici. Attualmente circa due terzi dei nuovi utilizzatori opta per la soluzione binaurale riportando un maggior grado di soddisfazione rispetto alla soluzione monoaurale.

Quanto mi costerà un apparecchioa custico?

Il prezzo di un apparecchio acustico varia a seconda del modello e delle caratteristiche ad esso associate utili al paziente. A seconda del costo finale diversi audio protesisti propongono soluzioni di pagamento agevolate. E’ altresì possibile che in alcuni casi possa essere sfruttato il diritto al rimborso tramite le ASL locali in accordo con il centro audio protesico.

Gli per quegli apparecchi molto economici presenti sul mercato?

Questi modelli economici sono dei semplici amplificatori non in grando di discernere cosa amplificare e cosa no (inclusi I rumori circostanti). Non sono in grado ad esempio di separare la voce umana dai rumori di fondo o di amplificare in modo direzionale come avviene per i prodotti della serie Destiny di Starkey presenti oggi sul mercato.

Cosa accade in caso di problemi con l’apparecchio acustico?

Esiste una garanzia?

Solitamente viene offerto un periodo di prova dell’apparecchio acustico così come esiste una garanzia da parte del costruttore. La cosa importante è concedersi del tempo per la corretta regolazione del proprio apparecchio acustico.

Nel caso che pensi di avere bisogno di un apparecchio acustico cosa faccio?

Devi prendere un appuntamento con un audioprotesista per una valutazione e un test audiometrico. Molti professionisti effettuano questo tipo di esami anche gratuitamente la prima volta.

Come trovo un audioprotesista?

Durante la ricerca di un audioprotesista fai in modo di sceglierne uno che sfrutti  prodotti di ultima generazione. Contatta pure il Centro Acustico Audiosystem al numero 800 561017 per richiedere assistenza.

Chiamaci al nostro numero verde gratuito

Inizia il test di valutazione uditiva

Utilizzeremo questi dati ESCLUSIVAMENTE per contattarti in merito alla tua richiesta. Non forniremo a terzi i tuoi dati e non ti invieremo spam.